mercoledì 2 dicembre 2020

La principessa leggera di George MacDonald

 Salve a tutti!


Stasera torno tra voi per fare ciò che più amo fare: presentare una novità editoriale. Oggi la novità editoriale è la nuova perla che si è aggiunta alla collana "Five Yards" della casa editrice romana flower-ed, magistralmente diretta da Michela Alessandroni. Si tratta della traduzione del racconto dello scrittore scozzese George MacDonald, intitolato "La principessa leggera".

Per presentarvi al meglio il nuovo piccolo capolavoro edito da flower-ed vi propongo la sinossi del racconto preso dal sito della casa editrice:

 


Nel giorno del suo battesimo, la principessa di Lagobel viene colpita da una maledizione: una strega vendicativa, che per dimenticanza non era stata invitata, la priva della gravità fisica e mentale. Da quel momento la bambina tenderà a volare via al primo soffio di vento e non potrà più piangere. Il re e la regina, preoccupati, cercheranno una soluzione per far tornare la figlia con i piedi per terra, ma invano: neppure con il passare degli anni la principessa sarà capace di provare empatia, di frenare la sua strana risata, di comprendere il lato serio della vita. Cosa riuscirà a spezzare l’incantesimo e far sì che la principessa senta finalmente il peso del mondo? 
La principessa leggera, pubblicata per la prima volta nel 1864, è una delle fiabe più celebri dello scrittore scozzese George MacDonald. Un racconto senza tempo, ricco di simboli e significati, che insegna la forza del sacrificio, della compassione e del vero amore.

Ed ora passiamo ai dati tecnici del racconto, anche questi presi dal sito della casa editrice:


Collana: Five Yards

Volume: 17

Traduzione di Elizabeth Harrowell

Prefazione di Michela Alessandroni

ISBN cartaceo: 978-88-85628-81-6

Prezzo cartaceo: 12.00 €

ISBN ePub: 978-88-85628-80-9

Prezzo ePub: 4.99 €

Anno: 2020 (1864)

Ed ora ecco alcune brevi note biografiche dell'autore del racconto, sempre prese dal sito della casa editrice:

George MacDonald (1824-1905) nacque a Huntly, in Scozia. Si laureò nel 1845 all’Università di Aberdeen, specializzandosi in chimica, fisica e scienze naturali. Studiò poi teologia e nel 1850 divenne pastore alla Trinity Congregational Church di Arundel; qui sposò Louisa Powell, suo grande e unico amore di tutta la vita. La sua attività letteraria lo condusse negli Stati Uniti dove un ciclo di conferenze lo portò a essere apprezzato persino da Dickens, Browning, Ruskin e Twain. I problemi polmonari di cui soffriva sin dall’infanzia lo spinsero verso il clima mite e secco di Bordighera, in Liguria, dove visse con la sua famiglia per oltre vent’anni, realizzò quasi metà della sua produzione letteraria e diede vita a un importante centro letterario. Le sue opere ispirarono molti altri scrittori, come Auden, Carroll, Lewis e Tolkien. Fra i suoi romanzi più celebri ricordiamo Phantastes (“Le fate dell’ombra”) e The Princess and the Goblin (“La principessa e i goblin”) e fra le fiabe The Light Princess (“La principessa leggera”) e The Golden Key (“La chiave d’oro”).

A me ora non resta che ringraziare tutte e tutti voi per la pazienza e l'attenzione e darvi l'arrivederci alla prossima occasione!

Buonanotte e, come sempre, Buona lettura!

Arrivederci a presto!

Con simpatia! :)

  




Nessun commento:

Posta un commento